Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri, per inviare messaggi pubblicitari mirati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Unione Sindacale di Bergamo

Venerdì, 16 Ottobre 2015 00:00

Accordo regionale per l'erogazione FSBA

Accordo regionale per l'erogazione FSBA di una prestazione d'integrazione salariale per i lavoratori, in caso di sospensione per il periodo 24 settembre 2015 - 31 dicembre 2015.

Pubblicato in Materiale informativo
Giovedì, 15 Ottobre 2015 00:00

Bilateralità artigiana... si cambia

Sommario: 1) CCRL produttività e nuove piattaforme; - 2) ELBA provvidenze 2015 e 2016; - 3) Riorganizzare ELBA EBA e OPRA OPTA; - 4) COSTI della Bilateralità; 5) FONDARTIGIANATO dati ed esperienze; 6) FSBA dal 23 settembre; - 7) WILA prestazioni sociali.

Pubblicato in Materiale informativo

Sul versante del welfare contrattuale, il settore artigiano trova nuove sponde di tutela nell’approvazione del WILA (acronimo di Welfare integrativo lombardo artigianato). Si tratta di un accordo stretto tra CGIL CISL UIL e Associazioni datoriali regionali nello scorso luglio e che in questo periodo inizia a compiere i primi passi istituzionali.

Le provvidenze che il fondo WILA prevede si integrano con quelle già previste dal Fondo SAN.ARTI già in vigore dal 2013 e che a Bergamo “copre” 5334 aziende versanti per 21762 dipendenti. Sono interessati al fondo WILA i dipendenti delle aziende che rientrano nelle aree, acconciatura/estetica, alimentazione/panificazione, chimica/ceramica, comunicazione, legno/lapidei, meccanica, moda/tessile.

“La costituzione del fondo WILA – dice Giacomo Meloni, che per il sindacato CISL Bergamo ha seguito la vicenda - è un ulteriore passo avanti sul versante del welfare contrattuale e rafforza le tutele per i lavoratori di un settore particolarmente colpito dalla grave crisi degli ultimi anni”.

In quanto diritto contrattuale il versamento a carico dei datori di lavoro è obbligatorio ed è di 5 euro al mese con decorrenza dallo scorso mese di ottobre; le prestazioni, che potranno essere erogate dal 1 Febbraio 2016, sono sia di natura sociale che assistenziale e sanitaria.

“Per citarne alcune, è prevista fra gli altri l'ospedalizzazione domiciliare per i genitori dei dipendenti, la copertura dei ticket e degli interventi chirurgici ambulatoriali, trattamenti fisioterapici, misure di copertura post maternità, spese per acquisto libri scolastici per i dipendenti e per i figli, contributo per rette asili nido”.

Nel caso il datore di lavoro non versi per il proprio dipendente al fondo WILA, l'azienda è tenuta a versare al lavoratore un elemento retributivo pari a 12 euro lordi per 13 mensilità. Presso la sede CISL Bergamo è possibile ottenere, rivolgendosi alle categorie interessate tutte le informazioni necessarie oltre che il dettaglio delle assistenze previste.


1) Lettera di benvenuto in Wila
2) Brochure Wila


Ecco cosa prevede il WILA


 



Pubblicato in Comunicati Stampa

Un accordo siglato tra CGIL CISL UIL regionali e le quattro associazioni dell’artigianato (CONFARTIGIANATO, CNA, CLAAI, CASARTIGIANI) ha reso operativo in Lombardia il Fondo Bilaterale per il Sostegno al reddito degli Artigiani (FBSA, nell’acronimo). Il Fondo, costituito di recente a livello nazionale, in pratica integra e sostituisce la cassa integrazione in deroga, sulla base della riforma Fornero del mercato del lavoro.

Si tratta in sostanza di una sorta di «Cassa integrazione mutualistica » fatta in casa che permette di usare al meglio le risorse della bilateralità e di indirizzarle verso uno scopo oggi prioritario, il sostegno di chi è colpito dalla crisi. Si stima che fino a ottomila lavoratori lombardi di aziende in difficoltà potranno arrivare a godere di tale strumento, sempre che il governo rifinanzi la parte di competenza pubblica. A Bergamo, FBSA vede  un potenziale bacino di circa 4.000  lavoratori coinvolti e oltre 850 aziende .

FBSA interverrà quindi anche sul territorio lombardo per coprire, d'intesa con Inps e con le regole previste dall'Aspi, le sospensioni dal lavoro per quelle aziende artigiane in crisi che continuano ad avere cali di mercato o di commesse. Potrà riconoscere sospensioni fino a 90 giornate di calendario da qui a fine anno, anche in modo spezzettato e non continuativo, per i lavoratori coinvolti da tali crisi. Potranno accedere al sostegno solo le aziende iscritte e in regola con la bilateralità del settore.

L’accordo - ha detto Osvaldo Domaneschi, segretario generale della CISL Lombardia -dimostra la concretezza e l'utilità della bilateralità e della contrattazione, perché permette di dare un sostegno e una tutela concreta proprio ora che la cassa in deroga si sta esaurendo. Abbiamo svolto una trattativa intensa per non abbandonare quelle imprese e quei lavoratori che ancora si dibattono nella crisi in un settore, l'artigianato, che è stato travolto in misura superiore alla stessa industria”.

Rispetto ai tanti “che pensano di battere la crisi a parole e slogan - ha aggiunto – abbiamo dimostrato una volta di più che il sindacato, quando dialoga bene con le controparti e sa agire con coraggio, genera soluzioni utili non solo chiedendo allo Stato, ma dando propri strumenti e soluzioni”.

Anche a Bergamo si saluta positivamente l'accordo regionale sul FBSA. È  una iniziativa che risponde seppur transitoriamente al prossimo passaggio dalla cassa in deroga all'avvio dei nuovi ammortizzatori sociali “universali” – commenta Giacomo Meloni, segretario bergamasco della CISL -, obbligatori da gennaio del prossimo anno, per le piccole imprese e gli artigiani per i quali si prevedono tre tipi di fondi: alternativi (già esistenti), settoriali presso l'INPS, e il fondo di integrazione salariale”.

Pubblicato in Comunicati Stampa

Lunedì 8 giugno è stato firmato a livello regionale, l'accordo tra le sette parti sociali dell'artigianato della Lombardia (Confartigianato, Cna, Claai, Casartigiani, e Cgil,Cisl, Uil) per la gestione delle sospensione dell'attività lavorativa con indennità AspI (legge 28.06.2012 n.92) con il necessario contributo del Fondo di Solidarietà bilaterale per l'artigianato costituito di recente a livello nazionale.

Pubblicato in Archivio News

La Cisl Bergamo apre tre sportelli a Bergamo, Lovere e Gazzaniga dedicati espressamente all’informazione e alla compilazione delle pratiche per i lavoratori artigiani che hanno bisogno di prestazioni sanitarie convenzionate. Diventa quindi visibile sul territorio la presenza di SanArti, il fondo di assistenza sanitaria Integrativa per i lavoratori dell'artigianato che vede la Cisl tra i protagonisti. INFO.

Pubblicato in Archivio News
Pagina 3 di 3