Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri, per inviare messaggi pubblicitari mirati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Unione Sindacale di Bergamo

Venerdì, 03 Ottobre 2014 12:15

Contro il TFR in busta paga

Erano in tanti i bergamaschi alla manifestazione del 2 ottobre davanti a Montecitorio a Roma, per chiedere al Governo di rilanciare l'industria, “unica strada per garantire futuro e dignità a tutte le persone e di evitare di perder tempo su questioni che rischiano di generare ambiguità ed ennesime ingiustizie senza portare, in concreto, alcun cambiamento decisivo per il rilancio del Paese”.

Erano in tanti, soprattutto, i Giovani FIM, che hanno portato in piazza le loro preoccupazioni e le loro speranze per la ripresa di un mercato del lavoro sempre più asfittico e problematico, “anche per le tante proposte estemporanee che da più parti si levano”. Non ultima quella di inserire il TFR mensilmente in busta paga, che il presidente del Consiglio ha esternato in televisione, “come troppo spesso accade”, con l’intento di alzare il potere d’acquisto dei lavoratori e rilanciare così i consumi.

Partendo dal presupposto che per noi le vie per incrementare le paghe dei lavoratori siano altre – scrivono i Giovani Fim Cisl Bergamo in un comunicato -, una su tutte una drastica riduzione della tassazione da lavoro, riteniamo il TFR oggi quanto mai centrale nella costruzione della previdenza complementare, un mezzo fondamentale per poter avere una pensione dignitosa nel futuro. Dal momento che la materia previdenziale, in Italia, non è mai risolta e che troppo spesso viene rimaneggiata, chiediamo di stare attenti a non  infilare, in nome di facili ricette anticicliche, il futuro previdenziale dei giovani nell'ennesimo campo minato. Riteniamo, in questo contesto, più ragionevole e urgente pensare a come potenziare la previdenza complementare, ancora oggi troppo poco sposata proprio da coloro che ne avrebbero maggiormente bisogno, rendendola magari obbligatoria, e su come estenderla a tutti i lavoratori garantendone medesimi benefici e opportunità”.

Pubblicato in Comunicati

Disoccupazione giovanile al 44,2%, livello mai raggiunto dal 1977. Ogni bollettino periodico Istat segna ormai un record, manco fosse Usain Bolt. La preoccupazione, però, è che il tasso di disoccupazione salga veloce proprio come il campione olimpico giamaicano. I Giovani Metalmeccanici della Fim Cisl Bergamo hanno manifestato ieri con tutta la Fim sotto il Parlamento per chiedere a gran voce il rilancio dell'Industria nel nostro Paese, che passa dal favorire gli investimenti pubblici e privati, dalla realizzazione delle infrastrutture, dalla riduzione del costo dell'energia, dallo smagrimento della burocrazia e da un agevole accesso al credito. Solo così si potrà dare la svolta necessaria a far ripartire l'economia, i redditi e l'occupazione. Non ci sono altre ricette, così come non c'è altro tempo da perdere.

Il futuro del nostro Paese, il futuro di noi giovani, passa da lì. Lanciamo l'appello al Governo di concentrare tutte le energie in questa direzione, evitando di perdersi in discussioni inutili che non portano a nulla e che, anzi, rischiano di spaccare il Paese proprio nel momento in cui c'è maggior bisogno di unità di intenti. Questi numeri impietosi rendono, una volta in più, evidente che senza un rilancio dell'Industria del Paese i record fotografati dall'Istat sopravviveranno a quelli segnati da Bolt.

Pubblicato in Comunicati
Martedì, 30 Settembre 2014 10:27

Pullman da Bergamo per la Marcia della Pace 2014

A cento anni dallo scoppio della prima guerra mondiale, domenica 19 ottobre 2014, si svolgerà la Marcia Perugia-Assisi per la pace e la fraternità. Cisl Bergamo con Cgil Bergamo, la Tavola della Pace e il Coordinamento Provinciale Enti Locali per la Pace organizza la possibilità di recarsi a Perugia in pullman con partenza dal piazzale della Malpensata di Bergamo alle 00.30 del 19 ottobre. Previsti pullman in partenza anche da Gazzaniga, Treviglio e S. Giovanni Bianco. Locandina

Pubblicato in Archivio News

Non c’è pace senza una politica di pace! Una fase della nostra storia deve essere chiusa per cominciarne un’altra. Facciamolo insieme! Domenica 19 ottobre 2014: Rimettiamoci in cammino…perché vogliamo un’Europa della Fraternità! Prenotazioni alla Cisl Bergamo.

Pubblicato in Eventi

Come previsto dalla legge Fornero nasce il Fondo di Solidarietà residuale istituito presso l’Inps. Il fondo consente l'auspicato allargamento della platea dei lavoratori beneficiari di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro, anche se limitata alle sole imprese con oltre 15 dipendenti. Per le imprese artigiane è in via di costituzione l'apposito fondo anche con il contributo dell'Elba.

Pubblicato in Archivio News
Martedì, 02 Settembre 2014 08:52

Il progetto Garanzia Giovani entra nel vivo

Il progetto Garanzia Giovani, dopo l'approvazione del Programma Operativo Nazionale da parte della Commissione Europea, entra nel vivo: sono 129.322 i giovani che si sono registrati, 75.804 lo hanno fatto attraverso il sito nazionale www.garanziagiovani.gov.it e 53.518 attraverso i portali regionali. 17.695 sono stati già chiamati dai servizi per il lavoro per il primo colloquio e la profilazione e tra questi 6.907 hanno già ricevuto il primo colloquio di orientamento.

Pubblicato in Archivio News
Pagina 3 di 3