Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri, per inviare messaggi pubblicitari mirati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Unione Sindacale di Bergamo

Martedì, 24 Luglio 2018

Rinnovato il contratto nazionale del turismo

È stato rinnovato il contratto nazionale del turismo con la Confesercenti. Interessati, a Bergamo e provincia, circa 3000 dipendenti da imprese del comparto turistico. Ci sono voluti cinque anni e una trattativa complessa per giungere all’intesa siglata da FILCAMS CGIL FISASCAT CISL e UILTUCS con le associazioni di categoria.

Tre verbali rinnovo

Nel dettaglio sono stati sottoscritti tre verbali di rinnovo - pubblici esercizi, alberghi e campeggi, agenzie di viaggio - tra le federazioni sindacali di categoria e Fiepet/Fiba, Assohotel/Assocamping e Assoviaggi, una impostazione voluta per evitare fenomeni di dumping tra le diverse discipline contrattuali esistenti. Ammonta a 100 euro l’aumento per i dipendenti da pubblici esercizi, stabilimenti balneari e alberghi diurni; è di 88 euro l’incremento per i dipendenti da alberghi e complessi turistico ricettivi all’aria aperta e dalle agenzie di viaggio e turismo con decorrenza dal 1 gennaio 2018.

Contrasto al dumping

La nostra priorità - ha rimarcato il segretario generale della FISASCAT CISL di Bergamo, Alberto Citerio - è quella del contrasto al dumping contrattuale ed alla concorrenza sleale, nell’interesse delle imprese e dei lavoratori di un settore che rappresenta un importante pilastro dell’economia italiana. L’intesa definisce un immediato riscontro economico ai lavoratori per i quali viene definito un sistema di flessibilità contrattata che valorizza la professionalità del lavoro stagionale”.