Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri, per inviare messaggi pubblicitari mirati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Unione Sindacale di Bergamo

Martedì, 19 Luglio 2016

Italcementi: riunione senza i tedeschi

Riunione a Roma il 19 luglio, presso FederMaco per la vicenda Italcementi. I sindacati FENEAL UIL, FILCA CISL e FILLEA CGIL aspettavano l’incontro per sapere quali sviluppi nelle relazioni industriali intendevano mostrare i referenti di Heidelberg Cement. Invece “oggi i tedeschi non si sono neanche fatti vedere”, riferiscono i componenti della delegazione bergamasca.

Le dichiarazioni di Mazzola

Per poter gestire al meglio una riorganizzazione così complessa – dice Danilo Mazzola, segretario generale del sindacato FILCA CISL Bergamo -, che coinvolge centinaia di lavoratori, sono necessarie chiarezza e relazioni sindacali strutturate da parte dei Heidelberg”. La vertenza Italcementi rischia di produrre, nel giro di qualche mese, 300 esuberi nella sede centrale e circa 250 nei siti produttivi".

"Le proposte sindacali sottoposte al Governo e al gruppo tedesco - conclude Mazzola - hanno come obiettivo il mantenimento di tutti i siti produttivi, degli asset strategici nel nostro Paese, quali la ricerca e lo sviluppo, il mantenimento del satellite di supporto tecnico a Bergamo per avere una diminuzione del numero di esuberi dichiarati dall’azienda tedesca, utilizzando gli strumenti incentivanti messi a disposizione da Regione Lombardia e Governo. “Ci aspettiamo che HC mostri senso di responsabilità e metta in atto corrette relazioni sindacali".