Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri, per inviare messaggi pubblicitari mirati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Unione Sindacale di Bergamo

Martedì, 12 Luglio 2016

Accordo di Rete Territoriale per i lavoratori Italcementi

Danilo Mazzola (a sinistra del presidente Matteo Rossi) al tavolo dell'accordo Danilo Mazzola (a sinistra del presidente Matteo Rossi) al tavolo dell'accordo

Una rete sociale per i lavoratori Italcementi che vede schierati insieme Regione Lombardia, Provincia e Comune di Bergamo, Italcementi, Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil (e rispettive Rsu) e Confindustria Bergamo. La finalità è ricollocare il maggior numero possibile di dipendenti della sede di via Camozzi da qui a giugno 2019. Con l’acquisizione di Italcementi da parte di HeidelbergCement, infatti, il gruppo tedesco ha dichiarato 400 esuberi nel quartier generale di Bergamo. Si concretizza così un importante lavoro di coordinamento su un tema delicato come quello delle politiche attive.

"È un accordo importante - precisa Danilo Mazzola, segretario generale della Filca Cisl Bergamo - che dà l’avvio ad un percorso che seguirà l’attuazione del piano sociale. È un altro tassello nella delicata vertenza Italcementi, che si aggiunge al piano sociale sottoscritto il 20 maggio tra azienda e sindacati. Dimostra la capacità del territorio di fare squadra con l’obbiettivo di dare risposte concrete ai lavoratori attraverso percorsi mirati di ricollocazione. Anche se è importante ribadire che anche il governo, con il ministero dello Sviluppo economico e quello del Lavoro, faccia la sua parte modificando il piano industriale presentato da HeildebergCement".

"Piano che prevede - continua Mazzola - esuberi per 415 lavoratori della sede centrale di Bergamo, riducendone il numero attraverso l’investimento in ricerca e sviluppo e mantenendo il satellite di supporto tecnico a Bergamo. Come sindacati chiediamo, inoltre, che ci vengano dati tutti gli strumenti a disposizione per il prolungamento degli ammortizzatori sociali che ci permetterebbero di gestire il piano sociale in tutta la sua durata".

Il prossimo incontro tra azienda e sindacati è in programma a Roma martedì 19 luglio e i sindacati auspicano che «venga finalmente fatta chiarezza sull’assetto organizzativo del perimetro Italia.


Scarica l'accordo