Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri, per inviare messaggi pubblicitari mirati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Unione Sindacale di Bergamo

Lunedì, 09 Ottobre 2017

Paganessi, nuova segretaria generale First Cisl Bergamo

Silvana Paganessi, già componente della Segreteria nazionale First Cisl, è stata eletta nuova Segretaria generale della categoria dei lavoratori bancari e assicurativi di Bergamo. Con lei, in segreteria entrano Nicola De Giosa, del Gruppo Banco Bpm, e Giovanni Giacomo Salvoldi, del Gruppo Ubi.

Un direttivo che si è rimboccato le maniche

Si conclude così la lunga e faticosa stagione congressuale della First orobica, segnata da rinvii, dimissioni e abbandoni anche clamorosi. “Mi sembra comunque importante sottolineare come la reggenza sia durata cinque mesi, comprese le ferie estivedice Marino Perotta, reggente della First Cisl Bergamo fino a oggi -, quindi assolutamente corta e di questo il merito va al direttivo, che si è rimboccato le maniche, che si è preso le proprie responsabilità: la votazione di oggi è la dimostrazione che la prima responsabilità era quella di eleggere segretario e segreteria in grado di prendere in mano una categoria e un territorio che se lo meritano assolutamente”.

Riportare serenità nella categoria

Silvana Paganessi, bergamasca, ha svolto tutta la sua carriera sindacale in Dircredito, a partire dal 2000, ricoprendo incarichi che l’hanno portata da responsabile provinciale di Bergamo a segretario generale aggiunto nazionale della categoria dei dirigenti. Nel 2015 ha fatto parte task force per la fusione tra Fiba e Dircredito che ha fatto nascere First Cisl.Il primo obiettivo – dice la neoeletta segretaria – è quello di riportare serenità nella categoria. Mi auguro e mi aspetto la collaborazione della segreteria e del Direttivo per una politica sindacale che dovremo costruire tutti insieme ma che abbia al suo centro la necessità di stare vicino agli iscritti”.