Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri, per inviare messaggi pubblicitari mirati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Unione Sindacale di Bergamo

Giovedì, 10 Marzo 2016

Oltre duemila apprendisti “post-Jobs Act”

L'apprendistato è una tipologia contrattuale che necessita di un forte e deciso rilancio nella sua attuazione. Questo può avvenire anche grazie alle novità introdotte dal Decreto 81 del 2015 facente parte della riforma del lavoro (Jobs act) che rafforza il ricorso al sistema duale di formazione e lavoro.

Il recente accordo stipulato fra le organizzazioni sindacali CGIL,CISL, UIL regionali della Lombardia e le associazioni dell'artigianato, Confartigianato, CNA, Casartigiani, C.L.A.A.I.dice Giacomo Meloni della segreteria del sindacato CISL Bergamo -, delinea la valorizzazione della formazione aziendale e il ruolo degli organismi bilaterali, mentre promuove la stabilizzazione occupazionale per 18.113 apprendisti occupati nel settore dell'artigianato in Lombardia, il 23,4% del totale degli apprendisti in regione Lombardia”.

A Bergamo gli apprendisti con contratto professionalizzante sono 7810 di questi, 1998 assunti dopo l'entrata in vigore del Jobs Act. Con lo stesso decreto, a Bergamo sono stati assunti 117 ragazzi tramite l’apprendistato per la qualifica professionale.

In pratica, lavorano e studiano, e 87 di questi conseguiranno il diploma di istruzione secondaria superiore. Di questi, oltre il 50% è assunto nel settore metalmeccanico, il 22,9% nell'edilizia e legno arredamenti, i restanti nel settore commercio, servizi e alimentari.

Sono numeri di assoluto interesse – continua Meloni - e che manifestano una possibile inversione di tendenza anche a Bergamo verso un sistema contrattuale di primaria importanza per l'avviamento al lavoro dei giovani, che necessita anche di adeguate implementazioni contrattuali sia nei contratti nazionali che con iniziative territoriali”.