Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri, per inviare messaggi pubblicitari mirati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Unione Sindacale di Bergamo

Martedì, 24 Aprile 2018 08:24

Grande exploit Cisl alle elezioni Rsu

Nella tornata elettorale delle RSU nel Pubblico Impiego e nella Scuola la CISL ha colto un grande e positivo risultato. Dobbiamo essere tutti orgogliosi di questo importante consenso all'azione delle nostre categorie FP CISL e CISL Scuola. "Un grande ringraziamento da tutta la segreteria - ribadisce Ferdinando Piccinini, Segretario Generale Cisl Bergamo - va ai dirigenti delle categorie della Scuola e del Pubblico Impiego e a tutte le operatrici e operatori che hanno visto premiato un rilevante e generoso impegno. Saremo a fianco delle nostre RSU per continuare l'azione sindacale e contrattuale di tutela e di valorizzazione del lavoro pubblico".

Pubblicato in News

Al voto, “per far sì che i lavoratori siano attori principali nei luoghi di lavoro e non elementi passivi e subalterni”. CISL FP e CISL Scuola lanciano l’appello a partecipare alle elezioni RSU che da martedì 17 a giovedì 19 coinvolgeranno oltre 30mila bergamaschi che lavorano in enti locali, uffici ministeriali o statali, ospedali, Asl, tribunali e scuole della provincia. È un rito molto sentito, tant’è che tre anni fa l’affluenza è stata molto vicina all’80%.

L’appello di Mario Gatti, Fp Cisl Bergamo

Quest’anno, tra l’altro, il voto è più importante del solito. Da poco, dopo anni di attesa per il blocco deciso dal “Governo Monti”, ministeri e sindacati hanno rinnovato i contratti nazionali, e ora si può procedere con la “contrattazione decentrata”. Significa che i rappresentanti sindacali potranno strappare ai loro dirigenti qualcosa in più. Infatti, dice Mario Gatti, segretario generale di FP CISL Bergamo, “vogliamo tornare a parlare di risorse, di riqualificazione dei lavoratori e di assunzioni. Si tornerà finalmente anche a parlare di organizzazione del lavoro: sulle liste d’attesa in sanità, chi meglio dei lavoratori può trovare il modo di rendere più efficienti i servizi? Non si tratta solo di premiare i dipendenti ma anche di migliorare la vita dei cittadini”.

L’appello di Salvo Inglima, Cisl Scuola Bergamo

Anche nella scuola, dice Salvo Inglimasegretario generale di CISL SCUOLA Bergamo: “... la contrattazione è il modo con cui si estendono i diritti a tutti, mentre le istanze individuali hanno spesso l’esito di mettere i lavoratori gli uni contro gli altri. Per questo noi proponiamo di risolvere e non solo protestare, portando avanti il concetto di comunità educante, con docenti, dirigenti scolastici, personale ATA, genitori e studenti uniti per uno stesso obiettivo”.

Pubblicato in Comunicati

Sono 430 i candidati per la FP CISL nella corsa per le RSU del Pubblico Impiego a Bergamo. Sono 468 i candidati in lista per CISL Scuola. Le due categorie cisline hanno così “coperto” la rappresentanza in ogni ente chiamato a rinnovare i propri delegati sindacali: scuole, comuni, aziende ospedaliere e uffici ministeriali.

Al voto dal 17 al 19 aprile

Circa 30.000 lavoratori saranno chiamati a votare per le RSU del proprio luogo di lavoro, con un organismo sindacale che li rappresenta, costituito da non meno di tre persone, elette da tutti i lavoratori, iscritti e non iscritti al sindacato. In provincia di Bergamo sono coinvolti 17mila lavoratori della scuola, tra docenti (13.623) e personale amministrativo (3.458), oltre 7 mila nella sanità, quasi 6 mila negli enti locali, più di 1000 nelle cosiddette funzioni centrali (ministeri, agenzie fiscali, ordini professionali).

Verso una nuova stagione contrattuale

In provincia di Bergamo si voterà in 141 istituti scolastici. Qui la CISL ha portato 468 candidati (il 72% donne, per il 70% docenti, 30% ATA). "Il nuovo contrattodice Salvo Inglima, segretario generale CISL Scuola Bergamo - non solo ha mantenuto e rafforzato i diritti previsti nel precedente, ma ha anche attribuito alla contrattazione nuovi spazi, correggendo alcuni degli effetti più controversi nella legge 107: una nuova stagione contrattuale che offra il giusto e meritato riconoscimento professionale ai lavoratori del mondo della scuola”.

La situazione del Pubblico Impiego

Circa 300 invece i luoghi di voto nel pubblico impiego: qui, CISL FP candida 370 lavoratori, in rappresentanza di oltre 4000 iscritti, che cercheranno di diventare i delegati di 7000 dipendenti della sanità, 6000 lavoratori degli enti locali e circa 1000 delle funzioni centrali (ministeri, agenzie fiscali, ordini professionali).Da troppo tempodice Mario Gatti, segretario generale di CISL FP - le risorse degli enti locali si sono ridotte al lumicino e di soldi per contrattare premi a livello decentrato non ve ne sono stati, così come i sindacati sono stati di fatto tagliati fuori dalle discussioni su orari e organizzazione del lavoro”. Di sicuro, nonostante i tanti tentativi di delegittimazione del ruolo sindacale, la partecipazione al voto è sempre stata piuttosto alta: nell’ultima tornata, quella del 2015, l’affluenza è stata mediamente del 65%, con punte dell'75%, il che non è poco in tempi nei quali l’appeal per la politica si è dimostrato anche peggiore.

Pubblicato in Comunicati
Giovedì, 04 Gennaio 2018 12:24

A Bergamo a rischio 1000 docenti

Sono circa 1000 le maestre che a Bergamo rischiano il posto di lavoro a seguito della sentenza del Consiglio di Stato che non riconoscerebbe loro il diritto di insegnare. E questa mattina 4 gennaio un centinaio di loro, guidate dai sindacati, ha presidiato il Provveditorato di via Pradello.

Un inizio anno da incubo

Le lavoratrici coinvolte si preparano allo sciopero nazionale a Roma per l’8 di gennaio. “La sentenza del Consiglio di Statoprecisa Salvo Inglima, segretario generale del sindacato CISL Scuola Bergamo - ha sostanzialmente decretato che i docenti che hanno conseguito il diploma magistrale entro il 2001 non hanno diritto a essere inseriti nella Graduatoria a esaurimento. Questo comporta che, nonostante le diverse pronunce giudiziarie precedenti di segno opposto, migliaia di docenti della scuola dell’infanzia e primaria rischiano di essere depennati dalla graduatoria. Molti di questo docenti sono già di ruolo, cioè assunti a tempo indeterminato”.

Una situazione che lede i diritti

Nella nostra provincia, un migliaio di docenti si trovano in questa situazione. Oggi pomeriggio ci sarà un incontro al MIUR per trovare una soluzione che tuteli i docenti e garantisca la continuità didattica. “È una situazione che lede i diritti dei lavoratori e la continuità didattica nelle scuole – continua Inglima -. Noi spingeremo perché l’anno scolastico venga concluso normalmente, anche perché la magistratura ha già deciso che il titolo è valido. Ora serve una decisione politica che impedisca che per molti insegnanti si concretizzi una carriera di precario, nonostante i progressi ottenuti in graduatoria negli anni passati”.

Pubblicato in Comunicati

Il sindacato CISL Bergamo ha attivato anche per l'anno in corso una serie di convenzione con alcune delle Librerie e delle Cooperative di consumo della provincia di Bergamo per facilitare l’acquisto dei libri di testo scolastici a prezzi scontati ai nostri iscritti. Gli sconti previsti vanno dall' 8% al 50% per iscritti alla Cisl. Scopri i dettagli sulla scheda informativa: clicca qui

Pubblicato in Archivio News

La scuola è in fermento, e non solo per gli imminenti esami di maturità: insegnanti da trovare, edifici da sistemare. Il mondo della scuola si trova davanti a problemi “cronici”, resi più pesanti, quest’anno dal numero elevato di pensionamenti: 371 in provincia di Bergamo dei quali 33 nella scuola dell'infanzia; 137 nella scuola primaria; 102 nella scuola secondaria di 1° grado; 93 nella scuola secondaria di 2° grado; 6 tra i docenti di sostegno.

Vacanti 143 posti comuni nella scuola primaria

Inoltre, per quanto riguarda la scuola primaria, essendo stati già resi pubblici i trasferimenti annuali, si può affermare che risultano "vacanti" ben 143 posti comuni (di cui almeno 85 accantonati per le immissioni in ruolo dell'ultimo concorso ordinario) e ben 202 posti di sostegno (di cui almeno 116 accantonati per le immissioni in ruolo dell'ultimo concorso ordinario per il sostegno). E qui vengono al pettine i primi nodi. “Con la graduatoria regionale di sostegnodice Salvo Inglima, segretario generale di CISL Scuola Bergamo -, costituita da 476 docenti, difficilmente si potranno coprire tutti i posti di sostegno della Lombardia, e quindi anche della nostra Provincia. Ancora una volta, dunque, la criticità degli organici riguarda il sostegno, un segmento del sistema scuola di fondamentale importanza per il pieno successivo formativo di tutti gli studenti”.

La mancanza di Dirigenti Scolastici 

Per quanto concerne invece gli altri gradi di istruzione, per avere un quadro articolato, si dovrà attendere la pubblicazione dei trasferimenti annuali che saranno comunicati dal Miur il 4 luglio per la scuola secondaria di 1° grado e il 20 luglio per la secondaria di 2° grado. "L'aggiornamento delle graduatorie di seconda e terza fascia, - prosegue Inglima - che ha registrato una inaspettata affluenza di aspiranti docenti, provenienti anche da altri settori lavorativi e giovani neolaureati, certamente potrà essere un valore aggiunto per il corretto avvio dell'anno scolastico in tutte le scuole della nostra provincia, ma restano irrisolti dei problemi atavici: la mancanza dei Dirigenti Scolastici (l'anno prossimo ben 28 istituzioni scolastiche saranno in reggenza) e la mancanza dei Direttori dei Servizi Amministrativi-contabili (gli ex segretari)".

Un incontro formativo in vista del concorso

Il concorso per i dirigenti dovrebbe essere pubblicato a breve. A questo proposito, il sindacato Cisl Scuola Bergamo il 23 giugno organizza, nella sede di via Carnovali, un incontro formativo dal titolo "Verso la Dirigenza Scolastica". Nel frattempo, conclude Inglima, “auguriamo buon lavoro a tutti i docenti impegnati negli esami conclusivi del primo ciclo d'istruzione e negli esami di Stato e soprattutto ci rivolgiamo ai 19.929 studenti (11.489 delle 3^ medie e 8440 delle 5^ delle superiori) che in questi giorni, con impegno e spirito di sacrificio stanno affrontando gli esami”.


La locandina dell'incontro formativo

Pubblicato in Comunicati

Il sindacato della Cisl Scuola Bergamo tiene un incontro riservato agli iscritti o iscrivendi alla categoria. Tenuto da Salvo Inglima (Dirigente scolastico e Segretario Generale della Cisl Scuola Bergamo) tratterà di tematiche legate alla dirigenza scolastica: requisiti di ammissione, prova selettiva, prova scritta e orale, formazione, tirocinio e le novità della Legge 107.

L'appuntamento è venerdì 23 giugno (dalle 16.30 alle 19) nel Salone Scarpellini della sede Cisl di Bergamo. Ai partecipanti iscritti saranno comunicate le credenziali per esercitarsi sulla piattaforma Irsef-Irfed (Ente qualificato del Miur per l'aggiornamento e la formazione.


Scarica la locandina

Pubblicato in Eventi

Il sindacato della Cisl Scuola Bergamo tiene un incontro riservato agli iscritti o iscrivendi alla categoria. Tenuto da Salvo Inglima (Dirigente scolastico e Segretario Generale della Cisl Scuola Bergamo) tratterà di tematiche legate alla dirigenza scolastica: requisiti di ammissione, prova selettiva, prova scritta e orale, formazione, tirocinio e le novità della Legge 107.

L'appuntamento è venerdì 23 giugno (dalle 16.30 alle 19) nel Salone Scarpellini presso la sede Cisl Bergamo. Ai partecipanti iscritti saranno comunicate le credenziali per esercitarsi sulla piattaforma Irsef-Irfed (Ente qualificato del Miur per l'aggiornamento e la formazione.


Scarica la locandina

Pubblicato in Comunicati

Cresce la popolazione studentesca bergamasca e cresce anche la dotazione organica del corpo docente in provincia di Bergamo. Lo rende noto l’Ufficio Scolastico Regionale, che nella riunione di metà maggio ha presentato il piano per il prossimo anno scolastico.

I dati delle iscrizioni

La provincia orobica registra in totale un incremento di 415 studenti sui 137.825 totali. Nella scuola primaria, però, su un totale 51.468 studenti si registra un decremento di 365 alunni, situazione comune a tutta la Lombardia, e derivante dal sempre più marcato calo della natalità. Nella scuola secondaria di 1° grado gli alunni in più sono 65, e portano a 31.119 il numero totale degli iscritti. Nelle scuole superiori si assiste all'onda lunga dell' incremento di popolazione scolastica derivante anche dal flusso migratorio degli anni precedenti. In particolare il totale di 44.063 studenti vede l'incremento di ben 715 alunni. A fronte di questi numeri, il totale di cattedre sarà di 10.825, di cui ben 864 posti di "potenziamento" , cioè i docenti incaricati di ampliare l'offerta formativa della scuola. L'incremento totale di cattedre che registra la scuola bergamasca si traduce in 163 posti, derivanti dal consolidamento dell'organico “di fatto” in organico “di diritto” ( cioè cattedre sino al 31 agosto).

Le considerazione di Salvo Inglima

Adesso i Direttori degli Uffici Scolastici Regionali dovranno effettuare la distribuzione della dotazione organica tra i vari gradi di istruzione, compresa la scuola dell'infanzia. Per i licei musicali i posti da ripartire a livello regionale sono 292. “Resta la necessità di indire immediatamente i concorsidice Salvo Inglima, segretario generale del sindacato CISL Scuola Bergamo -, in attuazione di quanto previsto dal recente decreto sul reclutamento, sia per dare risposte alle legittime attese dei docenti precari, che dovranno avere l'equo riconoscimento del percorso già svolto, sia per assicurare la primaria funzione educativa della scuola, cioè quella di garantire il pieno successo formativo di ogni alunno, soprattutto di coloro che si trovano in situazioni di svantaggio. Il successo formativo necessita di tre elementi: continuità didattica, insegnanti di sostegno specializzati e congrue risorse economiche per assicurare il corretto funzionamento amministrativo e didattico di ogni Istituzione scolastica”.

Pubblicato in Comunicati

È bergamasca la nuova segretaria generale della Cisl Scuola Lombardia. Silvana Milione, 60 anni, tesserata Cisl da oltre 30, e in segreteria regionale dal 2015, è stata eletta (31 voti su 36) a capo di una delle più numerose categorie della Cisl (oltre 43.000 iscritti) dal Congresso regionale che si è svolto il 27 e 28 aprile a Uggiate-Trevano, in provincia di Como. Prende il testimone di Adria Bartolich. Comunicato

Pubblicato in Archivio News
Pagina 1 di 14